Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali
2003 - Dormi bene Chouchou
Claude Debussy, sua figlia
e i “Children’s Corner”
un racconto per ombre e musica
Di Christer Dahl e Fabrizio Montecchi
regia e scene Fabrizio Montecchi
disegni e sagome Nicoletta Garioni


Una coproduzione
Teatro Gioco Vita - Teatro Stabile di Innovazione
Dockteatern Tittut - Stoccolma


consigliato alle seguenti fasce di età:
  • da 3 a 7 anni
  • Dormi bene Chouchou è uno spettacolo musicale per la prima infanzia costruito intorno ai Children’s Corner di Claude Debussy.
    Pretesto per questo racconto in musica è la relazione tra Debussy e la figlia Chouchou (il suo vero nome era Claude-Emma ed era nata il 30 Ottobre 1905). E’ per lei che Debussy scrive i Children’s Corner tra il 1906 e il 1908. A lei dedica inoltre tanti altri brani musicali. E’ la sua musa ispiratrice e, ancora più importante, è la sola persona che, come lui dice, gli impedisce di sparire del tutto dal mondo. E’ dunque una relazione fondamentale per il musicista sia sul piano umano che su quello artistico.
    Ed è di questo che parla il nostro spettacolo: del dialogo tra un papà artista e la sua adorata figlia di quattro anni. Un dialogo che si articola non solo attraverso un serrato scambio di domande e risposte, ma anche attraverso silenzi e soprattutto attraverso le musiche: i sei brani che compongono i Children’s Corner, vere e proprie risposte poetico musicali alle grandi domande della piccola Chouchou.

     

    Teatro Magazine 24
    Festival L'altra scena
    Salt'in banco
    manifesto
    Produzioni
    2017/2018
    A teatro con mamma e papà
    Laboratori Internazionali

    Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

    concept: Blacklemon (Credits)
    hosting by gedinfo