Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

12/12/2003

Teatro Gioco Vita a "Europalia"

Da Piacenza a Europalia-Italia 2003.
“Miracolo a Milano”, lo spettacolo d’ombre di Teatro Gioco Vita coprodotto con il Piccolo Teatro di Milano e l’Institut International de la Marionnette, è stato rappresentato con successo in Belgio nell’ambito del Festival Internazionale che, in occasione del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea, celebra la cultura del nostro paese.
Liberamente tratto dall’omonimo film di Cesare Zavattini e Vittorio De Sica, “Miracolo a Milano” ha fatto prima tappa a Tournai dal 2 al 5 novembre, ospite del Créa-Théatre nell’ambito del Festival “Découvertes, Images et Marionnettes”.
E’ stata poi la volta di Strépy-Bracquegnies, con spettacoli il 7 e 8 novembre, grazie alla collaborazione tra Europalia e il Centre Dramatique Jeunes Publics di Namur nel cartellone del Festival Turbulences.
Gran finale a Bruxelles, con lo spettacolo di Teatro Gioco Vita in scena il 10 e 11 novembre ospite di Europalia e del Centre Dramatique Jeunes Publics Pierre de Lune.
Nato nel 1969, il Festival internazionale Europalia celebra ogni due anni la cultura di un Paese. Quest'anno, in occasione del semestre di Presidenza italiana dell'Unione Europea, un ricchissimo calendario di mostre, concerti, rappresentazioni teatrali, balletti, film, conferenze e convegni celebrerà l'Italia, la sua arte e la sua storia.
L'iniziativa Europalia Italia 2003 è stata concepita circa tre anni fa, con l'intento di valorizzare e consolidare in maniera più incisiva l'immagine culturale dell'Italia all'estero utilizzando l'occasione della Presidenza Italiana dell'Unione Europea. Le celebrazioni hanno avuto inizio in ottobre e termineranno a gennaio 2004 e l'organizzazione spetta, per parte belga, alla Fondazione "Europalia International" appositamente costituita e, per parte italiana, al Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con il Ministero per i Beni e le attività Culturali.
La presenza di Teatro Gioco Vita è stata anche tra quelle segnalate dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, che ha preso parte al Festival con una nutrita serie di eventi culturali e promozionali in programma in diverse città del Belgio, mostre e spettacoli dal vivo prodotti dalle realtà culturali pubbliche e private più attive sul nostro territorio: dalla mostra dedicata alla Corte degli Este di Ferrara all’Aterballetto, da Riccardo Muti che dirige l’Orchestra sinfonica della Scala al Trio Amadei, dal Teatro delle Albe - Ravenna Teatro a Motus.
Pensando in complesso al programma di Europalia 2003 - oltre cento eventi (tra grandi mostre e proposte articolate nei settori “Teatro e danza”, “Musica” e “Cinema”) – e al suo progetto culturale che risponde alla filosofia di bilanciare la grande eredità del passato con la vitalità dell’arte italiana contemporanea, è evidente che lo spettacolo di Teatro Gioco Vita “Miracolo a Milano” si è inserito come esempio della creatività e della ricerca artistica che il teatro ragazzi e giovani italiano sa esprimere ai più alti livelli riuscendo a conciliare professionalità, perizia tecnica e originalità del linguaggio con contenuti di impegno civile e di alta valenza educativa.
Le rappresentazioni di “Miracolo a Milano” a Europalia , pur nel loro valore e nel loro prestigio, non costituiscono però un evento che si esaurisce in sé. Si inseriscono infatti in una ricca tournée che anche in questa stagione interessa la coproduzione Teatro Gioco Vita – Piccolo Teatro di Milano – Institut International de la Marionnette. Tra le tappe, dopo l’apertura di stagione con il 13° Festival Mondial des Théâtres de Marionnettes di Charleville-Mézières, la Corsica con Bastia, Genova, le città francesi di Troyes, Bar-Le-Duc, Puteaux e Mulhouse, per concludere nel dicembre 2003 con una nuova presenza a Milano nel cartellone del Piccolo Teatro. Nel 2004 sarà poi la volta, per l’Italia, di Pordenone, Firenze, Modena, Reggio Emilia e Treviglio, mentre in Francia sono previsti spettacoli a Toulouse, Perpignan e Narbonne. “Miracolo a Milano” sarà anche proposto a Piacenza per le scuole nell’ambito della rassegna “Salt’in Banco” (con recite a Piacenza e Castelsangiovanni) e per tutto il pubblico nella stagione “Tre per Te” del Teatro Municipale, con rappresentazioni al Teatro Comunale Filodrammatici.
La tournée in Belgio per Europalia, quindi, non si pone come esperienza a sé stante ma si inserisce in un articolato progetto di circuitazione che non trascura né le principali piazze nazionali né l’estero (in particolare l’area francofona, per la presenza delle due versioni italiana e francese). Questo senza dimenticare la presenza nei territori in cui operano le realtà che hanno lavorato alla coproduzione: nella stagione 2003/2004, infatti, lo spettacolo figura nei cartelloni di Piacenza (Teatro Gioco Vita, gennaio 2004), Milano (Piccolo Teatro, dicembre 2003) e Charleville-Mézières (Festival Mondial des Théâtres de Marionnettes, settembre 2003).
 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo