Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

02/12/2005

"STORIA DI CARTA" - 4 dicembre 2005 - Teatro Comunale Filodrammatici

A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ 2005/2006
10° edizione della stagione di teatro per le famiglie

“STORIA DI CARTA” del Teatro del Canguro
Teatro Comunale Filodrammatici
Domenica 4 dicembre 2005 - ore 16.30


“Storia di carta”, ovvero come inventare storie con carta-pennelli-colori-forbici-colla nonostante l’apparente imperizia di due pittori protagonisti e la reale confusione che entrambi riescono a creare sulla scena con il loro “lavoro”. Uno spettacolo che racconta la storia di Bimba, una bambina che ha perduto il suo cagnolino e prova cercarlo in un disegno: tra mare, cielo e alberi verdi. Va in scena domenica 4 dicembre alle ore 16.30 al Teatro Comunale Filodrammatici. Con “Storia di carta” del Teatro del Canguro prosegue la programmazione della decima stagione di teatro per le famiglie “A teatro con mamma e papà”, organizzata da Teatro Gioco Vita - Teatro Stabile di Innovazione e dal Comune di Piacenza – Assessorato alle Politiche scolastiche e per l’infanzia, Teatri e Turismo con Banca di Piacenza partner organizzativo e con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo e della Regione Emilia Romagna.
In questo spettacolo ci sono molti fogli di carta di varie forme e dimensioni, ci sono tanti colori, tanti pennelli, matite, pennarelli: insomma c’è tutto quanto può essere utile per disegnare, colorare, dipingere. Ci sono poi colla, forbici, nastri adesivi: insomma c’è tutto quanto serve per incollare, tagliare, piegare, aggiungere, sottrarre. Ci sono anche Marco e Mauro in questo spettacolo: Marco disegna, pittura, dipinge, sporca, si sporca; Mauro cancella, taglia, incolla, sporca, si sporca. C’è poi una storia, la storia di Bimba. Bimba è un pupazzetto curioso e vivace che proprio non riesce a stare lontano da tutte le cose che Marco e Mauro disegnano e costruiscono; se ad esempio su di un foglio appare il disegno di una casa subito Bimba vuole entrarci e chiede a Natascia, la sua animatrice “personale”, di aiutarla ad entrare nella casa, se invece il disegno rappresenta un albero subito Bimba ci si vuole arrampicare.
Qualche volta Natascia si adopera per farle capire che bisogna essere prudenti, che non si può fare tutto quello che si vuole, che ci sono cose pericolose...che qualcuno potrebbe arrabbiarsi, che... Ma Bimba non sente ragione, lei è fatta così, come del resto sono fatti così anche tanti bambini, e infatti quello che succede a lei potrebbe accadere anche a molti bambini. Allora perché si racconta la storia di Bimba se potrebbe essere simile a tante altre? Perché questa è più strana, più divertente, più incredibile di tutte le altre; e questo grazie al fatto che Bimba è sì come tutti gli altri bambini, ma lo è molto...molto...molto di più! Ed allora quando qualcuno è “molto, molto di più”, diventa sempre interessante guardare ed ascoltare tutto quanto gli accade... Riuscirà Natascia a farle capire che l’acqua bagna, che il fuoco scotta, che il mare è profondo, che il cielo è troppo alto, che un cane può anche mordere (se lo si infastidisce), che se non si mangia (quando si deve farlo) si ha poi tanta fame, che se non si dorme (quando si deve farlo) si ha poi tanto sonno...e cosa e chi incontrerà Bimba tra le righe e i punti e i colori dei disegni di Marco e Mauro?
“Storia di carta” è un progetto di Lino Terra, Renato Patarca, Nicoletta Briganti, Fabrizio Valentini, Natascia Zann. Le scene sono di Fabrizio Valentini, le figure e le animazioni di Nicoletta Briganti e Renato Patarca, le musiche di Gustavo Capitò. In scena Umberto Rozzi, Mauro Vitali e Natascia Zanni. Regia di Lino Terra.
Per assistere agli spettacoli della rassegna per le famiglie “A teatro con mamma e papà” si può scegliere tra singolo biglietto o abbonamento, per i cui vengono riproposte le formule già collaudate: la speciale tessera/carnet grazie alla quale bambini e adulti possono assistere a cinque spettacoli a scelta della stagione, le riduzioni sul costo di abbonamenti e biglietti quando sono due o più i bambini appartenenti allo stesso nucleo familiare, gli sconti per i nonni e le nonne che accompagnano i nipoti a teatro, la riduzione sul costo di abbonamenti e biglietti per i bambini titolari del “Conto 44 Gatti” della Banca di Piacenza. Il servizio di biglietteria è attivo presso Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, in via San Siro 9, dal lunedì al giovedì dalle ore 15 alle 18 e il sabato mattina dalle ore 10 alle 13 e presso tutti gli sportelli della Banca di Piacenza, nei giorni e negli orari di apertura degli stessi. Il giorno dello spettacolo la biglietteria è aperta dalle ore 15.30 al Teatro Comunale Filodrammatici (via Santa Franca 33, telefono 0523.315578). Per informazioni sulla rassegna “A teatro con mamma e papà” è possibile rivolgersi a Teatro Gioco Vita (telefono 0523.332613, biglietteria 0523.315578).
 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo