Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

06/12/2005

"SANGUE/ON THE DINING ROOM FLOOR" - Conferenza di Luca Scarlini su Gertrude Stein - 9 dicembre, ore 17.30, Ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici

"TRE PER TE" - Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza OLTRE IL SIPARIO - programma di attività collaterali

Luca Scarlini
“CONCENTRARE LO SGUARDO, DISTOGLIERE L’UDITO”:
IL GIALLO COME VISIONE DELL’UNIVERSO PER GERTRUDE STEIN
Venerdì 9 dicembre – ore 17.30 - Ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici


“Concentrare lo sguardo, distogliere l’udito”: il giallo come visione dell’universo per Gertrude Stein. E’ l’interessante tema di una conferenza in programma venerdì 9 dicembre alle ore 17.30 nel Ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici.
A parlare dell’argomento, Luca Scarlini, drammaturgo, saggista e traduttore.
L’incontro è proposto dalla Compagnia Infidi Lumi in occasione della presentazione dello spettacolo “Sangue/on the dining room floor”, liberamente tratto da una spy story della Stein, e si inserisce nel programma di attività collaterali “Oltre il sipario”, che si affianca al cartellone di spettacoli della Stagione di prosa “Tre per Te” del Teatro Municipale di Piacenza organizzata da Teatro Gioco Vita.
Luca Scarlini racconta Blood on dining room's floor di Gertrude Stein, a partire da quella passione per il giallo che coinvolse numerosi scrittori e pensatori di grande rilievo tra Anni '30 e Anni '40. Il lavoro della scrittice americana, fanatica di crime stories, va infatti di pari passo con note fulminanti di Walter Benjamin su Agatha Christie e di André Gide su Georges Simenon, senza dimenticare quella che è forse l'opera teorica più rilevante sul tema: La parrocchia delittuosa di Wystan Hugh Auden. Passioni e teorie che vanno verso una raffigurazione complessa della realtà che trova un continuo rispecchiamento in storie di delitti consumate come una vera e propria "droga letteraria", tema su cui la Stein ha detto parole definitive e che oggi, nel ritorno di ossessione verso crimini e misfatti della quotidianità pantografati dai media, tornano di estrema attualità.
Luca Scarlini, drammaturgo, saggista e traduttore, è direttore artistico del festival MilanOltre a Milano e per il 2006 di TTV. Scrive su Alias de Il Manifesto e su L’Indice dei Libri. Ha all’attivo varie drammaturgie. Tra i suoi libri: La musa inquietante (Cortina), Equivoci e miraggi (Rizzoli) e La paura preferita (Bruno Mondadori).
La partecipazione all’incontro è gratuita.
 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo