Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

19/12/2005

INCONTRO SUL "RE LEAR" Di PETER BROOK - 20 dicembre 2005 ore 17.30 - Ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici

Stagione “TRE PER TE” del Teatro Municipale
“SALT’IN BANCO” Rassegna di Teatro Scuola

Progetto SHAKESPEARE DAL TEATRO AL CINEMA: con Roberta Zanoli, esperta di educazione al teatro,si conclude la prima parte dedicata alle letture registiche del Re Lear

Secondo incontro per insegnanti “Re Lear” da Brook a Strehler:
martedì 20 dicembre, Ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici, ore 17.30 (incontro aperto anche a tutto il pubblico)

Si parlerà del "Re Lear" di Peter Brook


Re Lear da Brook a Strehler. Prosegue il viaggio nel teatro di Shakespeare e nelle letture sceniche dei più importanti registi del nostro tempo proposto da Roberta Zanoli, esperta di educazione al teatro.
Secondo incontro per gli insegnanti, ma aperto anche a tutto il pubblico, a chiusura del ciclo dedicato quest’anno al Re Lear di Shakespeare e collegato alla visione dello spettacolo che si è tenuto il 21, 22 e 23 novembre scorso al Teatro Municipale, protagonista Roberto Herlitzka e regia di Antonio Calenda, per la stagione di prosa “Tre per Te” organizzata da Teatro Gioco Vita.
Appuntamento martedì 20 dicembre alle ore 17.30 nel Ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici: iniziativa inserita nell’attività di Salt’in banco”, la rassegna alla quale tradizionalmente fanno capo le proposte per le scuole del Teatro Stabile di Innovazione diretto da Diego Maj.
Tema dell’incontro, “Il Re Lear di Peter Brook”.
Il percorso di Roberta Zanoli, dedicato al Re Lear nella scena contemporanea, non poteva non soffermarsi sul lavoro di Peter Brook, uno dei giganti della regia del Novecento, i cui spettacoli hanno stupito per l’unicità del suo stile e per le memorabili scelte drammaturgiche. Il Re Lear di Brook (1962), che passa per il rifiuto di ogni inutile decoro scenografico, segna una tappa fondamentale nel percorso artistico del regista e in quello del teatro occidentale contemporaneo: lo spazio scenico diviene “vuoto”, sono le parole, i corpi e l’energia degli attori a riempirlo di immagini. Il Re Lear di Peter Brook avrà anche una brillante versione cinematografica (1970).
L’incontro si inserisce nel progetto Shakespeare dal teatro al cinema dedicato all’indagine del mondo shakespeariano e alle letture più significative e innovative che il teatro e il cinema ne hanno dato. E’ articolato in due parti, concepite dai rispettivi curatori in totale autonomia e fruibili dal pubblico anche indipendentemente l’una dall’altra. Una prima parte (“Re Lear dalla pagina alla scena), dedicata al teatro e curata appunto da Roberta Zanoli, si è articolata in incontri di formazione per insegnanti e altri incontri nelle scuole, in collegamento alla visione dello spettacolo “Re Lear” con Roberto Herlitzka.
Una seconda parte, dedicata ad un laboratorio sul linguaggio cinematografico sulle trasposizioni filmiche di Romeo e Giulietta e Amleto, è curata da Letizia Bellocchio, esperta di cinema. Questo progetto, “Cinema e Teatro”, si svolgerà tra gennaio e febbraio 2006 e si comporrà di un incontro per insegnanti e altri due incontri rivolti alle scuole.
Per informazioni, è possibile rivolgersi all’Ufficio Scuola di Teatro Gioco Vita (tel. 0523.332613,
 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo