Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

06/12/2006

A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ 2006/2007 - conferenza stampa di presentazione

Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di
“A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ 2006/2007”
Rassegna di Teatro per le Famiglie
organizzata da
Comune di Piacenza – Assessorato ai Teatri
Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione
con il contributo di Fondazione di Piacenza e Vigevano
e il patrocinio di Unicef.

Presenti:
Giovanna Calciati, Assessore ai Teatri
Diego Maj, Direttore Teatro Gioco Vita
Gianni Cuminetti, Presidente Comitato Provinciale Unicef di

________


A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ 2006/2007
11° edizione della stagione di teatro per le famiglie

TUTTO IL CARTELLONE FINO A FEBBRAIO


Presentazione ufficiale per l’undicesima edizione di “A teatro con mamma e papà”, la rassegna di teatro per le famiglie che in questa stagione 2006/2007 è organizzata da Teatro Gioco Vita - Teatro Stabile di Innovazione e dal Comune di Piacenza - Assessorato alle Politiche scolastiche e per l’infanzia, Teatri e Turismo con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano nell’ambito del programma “InFormazione Teatrale”, il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento dello Spettacolo e della Regione Emilia Romagna e il patrocinio dell’Unicef.
La programmazione, che si volge al Teatro Comunale Filodrammatici con inizio delle rappresentazioni alle ore 16.30, si è aperta a novembre con “Pimpa Cappuccetto Rosso” del Teatro dell’Archivolto e con “Alice nel paese delle meraviglie” della Compagnia canadese “L’Arsenal à Musique”. Gli spettacoli proseguiranno poi da dicembre fino alla fine di febbraio.
Venerdì 8 e domenica 10 dicembre 2006 duplice appuntamento con il debutto del nuovo spettacolo di Teatro Gioco Vita “La notte illuminata”. La scoperta di un mondo fantastico che si cela dietro gli angoli più familiari della casa, l’incontro tra una madre e un figlio, tra un adulto e l’universo immaginifico del proprio bambino. Scritto e diretto da Marco Ferro e Valeria Sacco, lo spettacolo vede in scena Silvia Paoli e Maurizio Patella. Scene e sagome sono di Nicoletta Garioni, costumi e realizzazione dei materiali scenici di Sara Bartesaghi Gallo, realizzazione sagome di Federica Ferrari, costruzione scena e disegno luci di Sergio Bernasani, luci e fonica di Anna Adorno.
Arturo è un bambino che ama giocare, capace di passare intere giornate a inventare storie e a trasformare la casa in luoghi fantastici da esplorare. E puntualmente, in mezzo a tutto quel disordine, gli oggetti della casa non si ritrovano più. Finché un giorno, o meglio una notte, la mamma decide di mettersi a cercarle… “La notte illuminata” è la storia di questa ricerca bizzarra.
Domenica 17 dicembre doppio appuntamento, alle 16.30 e alle 18.00, con il Centro Teatrale Corniani e lo spettacolo “Il gatto che aveva gli stivali”, realizzato con pupazzi animati a vista e a guanto. In scena Maurizio Corniani, Paola Lacaprara e Ion Ladarescu, il testo è di Maurizio Corniani, la regia di Ion Ladarescu, le musiche di Stefano De Pieri, i disegni, i pupazzi e la scenografia di Elena Baboni. Una scalcagnata e improvvisata compagnia di animali decide di mettere in scena uno spettacolo per i loro amici del bosco. Il testo dello spettacolo tratto da Charles Perrault sarà elaborato dal gallo, la gallina si incaricherà della regia mentre gli altri animali, maiale, coniglio, oca e tutti gli altri, saranno gli attori. E il gatto, ovviamente, sarà il protagonista principale. In un continuo susseguirsi di imprevisti la storia si intreccerà con la vita quotidiana degli animali di questa fattoria.
Pausa natalizia, e si riprende nell’anno nuovo il giorno dell’Epifania. Sabato 6 gennaio va in scena il Teatrino dell’Erba Matta con “Hansel e Gretel”: una versione comica della fiaba dei fratelli Grimm, piena di vita e musica, tanta musica, tutta cantata dal vivo. Quasi in un magico gioco di metamorfosi tutti i personaggi, pupazzi in lattice e gommapiuma oppure maschere dello stesso materiale indossate con rapidità e trasformismo, fuoriescono dagli oggetti accatastati sopra un carretto posto al centro della scena. La fantasia ha il sopravvento e si intravedono nel bosco, come un miraggio, grandi case di cioccolata e marzapane, si corre il rischio di essere mangiati da vecchie affamate e malintenzionate, si cerca di sognare e si comincia a cantare... per dimenticare
Domenica 14 gennaio alle ore 15.30 le famiglie sono invece invitate ad un appuntamento “fuori rassegna” al Teatro Municipale: “The Peking Acrobats”, gli acrobati di Pechino, il cui spettacolo è inserito nella stagione di prosa “Tre per Te” del Municipale di Piacenza organizzata da Teatro Gioco Vita.
Un ensemble composto dai migliori acrobati, giocolieri, funamboli, contorsionisti e ginnasti della grande tradizione circense cinese, accompagnati sul palco da musicisti che suonano tradizionali strumenti cinesi. Si esibiscono regolarmente a Broadway, teatro degli spettacoli di maggiore successo a livello mondiale, e recentemente hanno fatto parte del cast stellare della finale del prestigioso Hollywood Bowl.
Domenica 21 gennaio si ritorna al Teatro Comunale Filodrammatici con Quelli di Grock e lo spettacolo “Kinesis – il cubo magico” di Valeria Cavalli e Claudio Intropido, con Susanna Baccari e Antonio Brugnano/Gianni Coluzzi, regia, scene e luci di Claudio Intropido. I due protagonisti giocano con i semplici oggetti che fanno parte della loro quotidianità, scoprendo che quasi tutto il loro mondo è scomponibile in forme geometriche elementari, come linea, punto, sfera, che possono servire a descrivere con maggiore facilità gli oggetti, ma anche ad intuire in modo immediato i primi rudimenti di geometria che gli stessi bimbi si trovano ad affrontare nella scuola materna e nei primi anni della scuola elementare.
Domenica 4 febbraio appuntamento con L’Atalante e “Ouverture des saponettes – Un concerto per bolle di sapone”, di e con Michele Cafaggi, regia di Davide Fossati. Un eccentrico direttore d'orchestra porterà i bambini nel mondo fragile e rotondo delle bolle di sapone. Un “concerto” dove l’imprevisto è sempre in agguato; dagli strumenti musicali non nascono note, ma bolle: giganti, rimbalzine, da passeggio…. mentre i più tondeggianti potranno essere invitati a entrare in un’enorme bolla di sapone. Uno spettacolo di clownerie, pantomima e musica, che, nato per i più piccoli, finisce per incantare il pubblico di qualsiasi età.
Un altro appuntamento fuori rassegna, inserito nel cartellone Altri Percorsi della stagione di prosa “Tre per Te” del Teatro Municipale di Piacenza organizzata dal Teatro Stabile di Innovazione diretto da Diego Maj, è previsto per domenica 18 febbraio, sempre al Teatro Comunale Filodrammatici ma con inizio alle ore 15.30. Viene presentata la nuova coproduzione realizzata dal Piccolo Teatro di Milano e Teatro Gioco Vita: “La barca dei comici”, drammaturgia Stella Casiraghi, Stefano De Luca, regia Stefano De Luca, scene e ombre Fabrizio Montecchi, musiche Fiorenzo Carpi, costumi Luisa Spinatelli. Un omaggio a Goldoni e a Strehler, che alla straordinaria autobiografia dell’autore veneziano sognava di dedicare uno spettacolo. A partire da uno degli episodi più noti e romanzeschi della vita di Goldoni - la fuga, da adolescente, su una barca che portava in tournée una compagnia di comici – lo spettacolo racconta il modo in cui il padre del teatro italiano moderno scoprì la propria vocazione teatrale.
Domenica 25 febbraio si chiude l’undicesima edizione della rassegna “A teatro con mamma e papà”. La Compagnia Fratelli di Taglia va in scena con il “Circus Colombazzi”, uno spettacolo di Daniele Dainelli e Giovanni Ferma, con Daniele Dainelli, Giovanni Ferma e Boris Betzov, una divertente rappresentazione di circo, acrobazia e clownerie. Lucine colorate, bandierine che scendono fino a terra, fanno da scenografia ai personaggi caratterizzati da costumoni a righe, baffoni, calotte, il naso e le guance arrossate da una buona dose di lambrusco, tamburo, biciclettona ed un vecchio baule dove sono contenuti tutti gli oggetti indispensabili per stupire e divertire il pubblico. Così si presenta questa singolare famiglia di saltimbanchi.

A seguito del protocollo d’intesa sottoscritto tra Teatro Gioco Vita e Unicef di Piacenza e in vigore dal gennaio 2006, in occasione dello spettacolo “Kinesis – il cubo magico” l’incasso sarà devoluto dal Teatro Stabile di Innovazione diretto da Diego Maj all’Unicef per il mantenimento dei Centri Unicef di accoglienza realizzati da Piacenza in Congo R.D. e destinati alle bambine di strada (Kinshasa) e agli ex bambini soldato (Kingandu). Un’analoga iniziativa è già stata realizzata in novembre per lo spettacolo “Alice nel paese delle meraviglie”. In occasione degli spettacoli in rassegna saranno anche raccolte offerte per l’Unicef in teatro, in particolare per sensibilizzare i più piccoli ai problemi dell’infanzia nel mondo.

Il servizio di biglietteria è attivo presso Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, in via San Siro 9, dal lunedì al giovedì dalle ore 15.00 alle 18.00 e sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 fino al 20 dicembre, dal lunedì al giovedì dalle ore 15 alle 18 a partire dal 4 gennaio. La biglietteria rimarrà chiusa nel periodo natalizio dal 21 dicembre al 3 gennaio. Nei giorni di spettacolo il servizio di biglietteria è attivo nella sede della rappresentazione a partire dalle 15.30 (dalle 14.30 per gli spettacoli fuori rassegna previsti alle ore 15.30 nell’ambito della Stagione di Prosa del Teatro Municipale). Per i biglietti, riproposte le formule già collaudate: lo speciale carnet grazie alla quale bambini e adulti possono assistere a cinque spettacoli a scelta della stagione, le riduzioni sul costo di abbonamenti e biglietti quando sono due o più i bambini appartenenti allo stesso nucleo familiare, gli sconti per i nonni e le nonne che accompagnano i nipoti a teatro.

Per informazioni su “A teatro con mamma e papà” è possibile rivolgersi a Teatro Gioco Vita (telefono 0523.332613, biglietteria 0523.315578, e-mail info@teatrogiocovita.it).
 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo