Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

02/12/2008

“SALT’IN BANCO” 2008/2009 - Rassegna di Teatro Scuola - PIACENZA

“L’ISOLA DEL TESORO ROCK”
Cerchio di Gesso c/o Oda Teatro
martedì 2 e mercoledi 3 dicembre 2008
Teatro Municipale

Un classico di Robert Louis Stevenson messo in scena con una forte componente musicale e allestito in uno spazio che allude ad un palco da concerto rock e si trasforma nei vari luoghi della vicenda.
E’ “L’isola del tesoro (rock)” della compagnia Cerchio di Gesso, in programma martedì 2 e mercoledì 3 dicembre 2008 al Teatro Municipale Filodrammatici per la Rassegna di Teatro Scuola “Salt’in banco” organizzata da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura, Provincia di Piacenza – Assessorato al Sistema scolastico e formativo, lavoro, iniziative istituzionali per la pace e il patrocinio dell’Unicef. L’orario di inizio delle recite è previsto alle ore 9.15 e alle ore 10.45 di martedì 2 dicembre, mentre mercoledì 3 dicembre ci sarà una sola rappresentazione alle ore 10.
Drammaturgia e regia sono di Simona Gonella, scene e costumi di Ruggiero Valenti, luci di Antonio Lepore. Protagonisti in scena Ruggiero Valenti, Carlo Loiudice e Vito De Girolamo. Le musiche, a partire dal leggendario canto “Quindici uomini”, sono state appositamente create dal compositore Gipo Gurrado.
Jim è un ragazzo insolitamente ostinato e sognatore. Lavora come un asino in una locanda sulla costa, ma trova anche il tempo per stare dietro ai discorsi del vecchio pirata ubriacone detto il Capitano Bill Bones. Non gli piace stare lì e ogni tanto si perde nelle sue fantasticherie fatte di avventure, viaggi e musica. Ma Jim resterebbe un ragazzo pieno di sogni, se la vita non gli proponesse una grande sfida e, contemporaneamente, l’occasione per crescere e rivelare tutto il suo coraggio e la sua abilità: la ricerca di un tesoro.
L’incontro con i “grandi”, per età ed esperienza, lo costringe a maturare in fretta, a capire il senso del bene e del male. Ed è soprattutto grazie al torbido ma simpatico e seducente pirata Long John Silver che Jim riesce a trovare un tesoro ben più prezioso delle monete e dei gioielli sepolti nella mitica isola: un nuovo se stesso. Per farlo avrà bisogno dell’aiuto e degli ostacoli di molti diversi personaggi che nella finzione del teatro potranno assumere via via i ruoli di Bill Bones, di Long John Silver, del perfido marinaio Hands o del buffo unico “uomo dell’isola”, quel pirata Ben Gunn lasciato lì dal terribile pirata Flint ad eterna punizione.

 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo