Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, � condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualit� e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose � appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, seriet� e impertinenza, realt� e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non � mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta�
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civilt� e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libert�, sulla creativit�, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS

SOVVENZIONI
laboratori internazionali

09/12/2009

TRE PER TE 2009/2010- Stagione di prosa del Teatro Municipale di Piacenza

PROSA


TEATRO STABILE DI NAPOLI - EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE - TEATRO ELISEO
LA TEMPESTA

Di William Shakespeare Con Umberto Orsini Regia Andrea De Rosa

marted 15 e mercoled 16 dicembre 2009 ore 21 Teatro Municipale di Piacenza

La tempesta, uno dei testi pi affascinanti di William Shakespeare, rivive in un nuovo allestimento con la regia del pluripremiato Andrea De Rosa e con un maestro della scena come Umberto Orsini nei panni del protagonista Prospero.
Lo spettacolo in programma al Teatro Municipale di Piacenza marted 15 e mercoled 16 dicembre ore 21 per la Stagione di Prosa TRE PER TE, direzione artistica di Diego Maj, organizzata da Teatro Gioco Vita Teatro Stabile di Innovazione con il Comune di Piacenza, il sostegno di Cariparma, Fondazione di Piacenza e Vigevano, Ena e il contributo di Ministero per i Beni e le Attivit Culturali Dipartimento dello Spettacolo e Regione Emilia Romagna.
La tempesta, coproduzione firmata Teatro Stabile di Napoli, Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro Eliseo, arriva a Piacenza dopo le tappe di Napoli, dove ha debuttato il 20 ottobre al Teatro San Ferdinando, Modena, Bari e Roma.
Lo spettacolo una nuova sfida registica per Andrea De Rosa che, con questo allestimento, consolida il rapporto di collaborazione con Umberto Orsini, rapporto nato due anni fa con la creazione dello spettacolo Molly Sweeney di Brian Friel. Ne La tempesta temi importanti come la vendetta e il perdono, la morte e la rinascita, le colpe dei padri espiate dai figli, la schiavit e la ricerca della libert, sono affrontati alla teatralissima luce dell'illusione e del sogno: la scena dei poteri si mostra nella forza di un'allegoria dove la storia sembra farsi da parte, mentre Prospero - cui Orsini d voce e corpo - nello spazio nudo e fantastico della sua isola, diviene il potere stesso, la sua incarnazione magica e arcana, la sua capacit di inventare leggi e obblighi, concessioni ed esclusioni, trame di vita.
In scena una Compagnia di undici attori, nella quale Orsini affiancato da Flavio Bonacci(Antonio), Rino Cassano (Ariel), Gino De Luca (Ferdinando), Francesco Feletti (Sebastiano), Carmine Paternoster (Trinculo), Rolando Ravello (Calibano), Enzo Salomone (Gonzalo), Federica Sandrini (Miranda), Francesco Silvestri (Alonzo), Salvatore Striano (Stefano). Lo spazio scenico di Alessandro Ciammarughi (che firma anche le scene e i costumi), Andrea De Rosa e Pasquale Mari (che cura anche le luci), il suono di Hubert Westkemper, musica di Giorgio Mellone.

La tempesta somiglia a un labirinto. Come in una casa di specchi, ogni volta che intravedi una via duscita, questa uscita si rivela essere dalla parte opposta a quella che avevi immaginato. Come in un miraggio o in un sogno, quando provi ad afferrare qualcosa, loggetto su cui credi di aver messo le mani si dilegua. Finch capisci che ci che conta non luscita e che non c nulla da afferrare. Stare ad ascoltare le domande che il testo ti pone e restarci dentro (restare dentro alle domande, al labirinto) lunica via.
Andrea De Rosa

___________

TRE PER TE Stagione di prosa 2009/2010 del TEATRO MUNICIPALE di Piacenza
una rassegna di
TEATRO GIOCO VITA Teatro Stabile di Innovazione direzione artistica Diego Maj
COMUNE DI PIACENZA Assessorato alla Cultura
in collaborazione con
FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO
CARIPARMA Crdit Agricole
ENIA

con il contributo di
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dipartimento dello Spettacolo
REGIONE EMILIA ROMAGNA

LOCANDINA

Teatro Municipale PROSA
marted 15 dicembre 2009 - ore 21
mercoled 16 dicembre 2009 - ore 21

LA TEMPESTA

di William Shakespeare
traduzione Andrea De Rosa, Claudio Longhi, Umberto Orsini
adattamento e regia Andrea De Rosa
con
Umberto Orsini Prospero
Flavio Bonacci Antonio
Rino Cassano Ariel
Gino De Luca Ferdinando
Francesco Feletti Sebastiano
Carmine Paternoster Trinculo
Rolando Ravello Calibano
Enzo Salomone Gonzalo
Federica Sandrini Miranda
Francesco Silvestri Alonzo
Salvatore Striano Stefano
spazio scenico Alessandro Ciammarughi, Andrea De Rosa, Pasquale Mari
scene e costumi Alessandro Ciammarughi
luci Pasquale Mari
suono Hubert Westkemper
musica Giorgio Mellone
produzione Teatro Stabile di Napoli, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro Eliseo

PREZZI

Platea euro 27 (intero) euro 23 (ridotto)
Posto/palco euro 25 (intero) euro 21 (ridotto)
Ingresso palchi/galleria euro 15 (intero) euro 13 (ridotto)
Galleria numerata euro 20 (intero) euro 18 (ridotto)
Loggione numerato euro 12 (intero) euro 10 (ridotto)
Ingresso loggione euro 7
Studenti euro 12 (posto unico in galleria)
Last Minute euro 15 (platea e posto/palco) euro 11 (galleria) euro 4 (loggione)

BIGLIETTERIA

TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza Telefono 0523.315578 - biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal marted al venerd ore 15-18; sabato ore 10-13.
Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, via Verdi 41, tel. 0523.492251).

Per informazioni: Teatro Gioco Vita Teatro Stabile di Innovazione, Biglietteria 0523.315578 Uffici 0523.332613.

 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e pap
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo