Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

16/12/2004

"A TEATRO CON MAMMA E PAPA' 2004.2005" - IX Rassegna di Teatro per le Famiglie

“LA BELLA E LA BESTIA” della Compagnia IL BAULE VOLANTE
Teatro Comunale Filodrammatici, domenica 19 dicembre 2004 – ore 16.30

Un’originale rilettura di una fiaba classica per far scoprire ai bambini quella forza positiva che è dentro ognuno di noi e che ci permette di vincere la brutalità e la cattiveria.
E’ “La bella e la bestia” nella versione di Roberto Anglisani e Liliana Letterese, messa in scena dalla Compagnia Il baule volante con la regia dello stesso Roberto Anglisani.
Lo spettacolo, prodotto da Accademia Perduta/Romagna Teatri, va in scena al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza domenica 19 dicembre alle ore 16.30, secondo appuntamento della nona edizione di “A teatro con mamma e papà”, la rassegna di spettacoli per le famiglie organizzata da Teatro Gioco Vita - Teatro Stabile di Innovazione e dal Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura con Banca di Piacenza partner organizzativo. Come tutte le attività che fanno capo a Teatro Gioco Vita è realizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo e della Regione Emilia Romagna.
Un mercante, padre di tre figlie, si smarrisce nel bosco, di ritorno da uno sfortunato viaggio d’affari. Trova rifugio nel palazzo della Bestia, un essere orribile, metà uomo e metà belva. Qui cerca di rubare una rosa e per questo la Bestia lo minaccia di morte. L’unica sua possibilità di salvezza è che sia una delle sue figlie a morire al suo posto. La più bella delle tre figlie accetta il sacrificio e si reca al palazzo. Ma andrà incontro ad un altro destino.
“La bella e la bestia”, un classico della letteratura francese, è stata scritta da Madame Le Prince de Beaumont (con Perrault, Madame d'Aulnoy e altri è annoverata tra gli autori di fiabe francesi al tempo del Re Sole e del Settecento). La fiaba ha conosciuto varie versioni e riletture, tra cui quella di Collodi contenuta ne “I racconti delle fate”, diventando poi in breve tempo una delle storie più popolari nel cinema. Famosissima la versione disneyana nella quale la storia della Bella e della Bestia viene interpretata in chiave di commedia hollywoodiana.
Con la versione teatrale de “La bella e la bestia” che vedremo domenica 19 dicembre al Teatro Comunale Filodrammatici, la Compagnia Il Baule Volante (già apprezzata a Piacenza nella passata edizione di “A teatro con mamma e papà” con lo spettacolo “Il soldatino di stagno e altre storie”) prosegue un percorso sulla narrazione a due voci e contestualmente un lavoro di ricerca sul tema della diversità.
“Attraverso l’avvincente intreccio di questa fiaba classica – spiegano gli artisti - intendiamo parlare di alcuni aspetti di questo tema quanto mai attuale, in particolare, in questo caso, del “diverso” che sta dentro di noi. I protagonisti della storia hanno entrambi caratteristiche che li rendono particolari ma al tempo stesso affini ad ognuno di noi. Il nostro lavoro si incentra soprattutto sull’ approfondimento e sulla ricerca dei loro aspetti più umani, che più ci appartengono:
perché l’essere umano a volte diventa bestia? Forse c’è una “bestia” dentro ognuno di noi? Cosa ci spinge ad essere cattivi, a continuare ad esserlo? Il personaggio di Bella invece sembra inverosimile nella sua apparente aspirazione al
sacrificio, ma finisce per essere l’elemento vincente della storia. Ma qual è la sua forza? Qual è la forza che abbiamo dentro di noi che ci può consentire di vincere la brutalità?”.
Nasce così una storia ricca di fascino e di emozione, in cui gli attori in scena – Liliana Letterese e Andrea Lugli – cercano di mostrare i significati nascosti attraverso la parola ed il movimento. Lo spettacolo utilizza, infatti, principalmente la tecnica del racconto orale, con la sua essenzialità ed immediatezza. Ma spesso la parola si fonde al movimento espressivo o lascia completamente lo spazio a sequenze di “gesti-sintesi”, nel tentativo di cogliere l’essenza più profonda del racconto, con pochi oggetti e costumi, lasciando alla voce e al corpo tutta la loro forza evocativa.
Per assistere agli spettacoli della rassegna per le famiglie “A teatro con mamma e papà” si può scegliere tra la formula singolo biglietto o la formula abbonamento, per i cui vengono riproposte le formule già collaudate: la speciale tessera/carnet grazie alla quale bambini e adulti possono assistere a cinque spettacoli a scelta della stagione, le riduzioni sul costo di abbonamenti e biglietti quando sono due o più i bambini appartenenti allo stesso nucleo familiare, gli sconti per i nonni e le nonne che accompagnano i nipoti a teatro, la riduzione sul costo di abbonamenti e biglietti per i bambini titolari del “Conto 44 Gatti” della Banca di Piacenza.
Il servizio di biglietteria è attivo presso Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, in via San Siro 9, dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 18 e il sabato mattina dalle ore 10 alle 13 e presso tutti gli sportelli della Banca di Piacenza, nei giorni e negli orari di apertura degli stessi. Il giorno dello spettacolo la biglietteria è aperta dalle ore 15.30 al Teatro Comunale Filodrammatici (via Santa Franca 33, telefono 0523.315578).
Per informazioni sulla rassegna “A teatro con mamma e papà” è possibile rivolgersi a Teatro Gioco Vita (telefono 0523.332613, biglietteria 0523.315578, e-mail info@teatrogiocovita.it).
 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo