Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

17/12/2010

“TRE PER TE” 2010/2011- Stagione di prosa del Teatro Municipale di Piacenza
PROSA


martedì 21 e mercoledì 22 dicembre 2010 – Teatro Municipale di Piacenza – ore 21
“LE SIGNORINE DI WILKO”
dall’omonimo romanzo di Jaroslaw Iwaszkiewicz - adattamento e regia Alvis Hermanis
con Laura Marinoni, Sergio Romano
Emilia Romagna Teatro Fondazione, Unione Europea nell’ambito del progetto Prospero, Teatro Stabile di Napoli, Nuova Scena Arena del Sole - Teatro Stabile di Bologna

Alvis Hermanis, regista lettone direttore artistico del Nuovo Teatro di Riga e recente vincitore del IX Premio Europa Nuove Realtà Teatrali, tra i più acclamati e considerati protagonisti della scena europea, firma la regia di “Le signorine di Wilko” di Jaroslaw Iwaszkiewicz, una delle figure più importanti della letteratura polacca contemporanea.
Lo spettacolo, interpretato da Laura Marinoni, Sergio Romano, Patrizia Punzo, Irene Petris, Fabrizia Sacchi, Alice Torriani e Carlotta Viscovo, andrà in scena martedì 21 e mercoledì 22 dicembre alle ore 21 al Teatro Municipale di Piacenza nel cartellone della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2010/2011, direzione artistica di Diego Maj, organizzata da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma e Iren.
Prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione, Unione Europea nell’ambito del progetto Prospero, Teatro Stabile di Napoli, Nuova Scena Arena del Sole - Teatro Stabile di Bologna, “Le signorine di Wilko”, di cui alcuni ricorderanno la versione cinematografica di Andrzej Waida, a suo tempo candidata all’Oscar come miglior film straniero, in questa messincena teatrale rivelerà ancora una volta l’estetica iperrealista di Hermanis, la forma di un’interpretazione che trova comunque le sue radici nel segno della tradizione teatrale del nuovo. Pur rifacendosi alla tradizione del teatro lettone, che ha subito la doppia influenza del teatro russo di Stanislavskij e di quello tedesco di Brecht, il lavoro registico di Hermanis si connota per un’attenzione ed un ascolto preciso e particolare degli attori con cui lavora. Alvis Hermanis tra i più brillanti registi della scena teatrale europea, lavora diviso tra la sua Lettonia e il resto d’Europa dove, sempre più di frequente, è chiamato a lavorare. Regista dunque avvezzo a lavorare con attori che recitano nelle loro lingue madri, per la prima volta con questo allestimento Hermanis affronta anche la lingua italiana.
“Le signorine di Wilko” affronta i temi del ricorso e della memoria cari a Hermanis. Nell’adattamento da lui proposto gli accadimenti raccontati nel romanzo di Iwaszkiewicz sono ambientati negli anni successivi alla Seconda Guerra Mondiale (mentre il romanzo è ambientato negli anni Trenta del secolo scorso). Protagonista della storia è Wiktor Ruben, uomo di mezza età che, colpito da un grave lutto, decide di recarsi per un periodo di riposo nel villaggio dove da giovane trascorreva l’estate. Qui Wiktor incontrerà, dopo molti anni, le cinque sorelle conosciute in gioventù, le signorine di Wilko appunto, cui lo legano numerosi ricordi. Il loro inatteso ritrovarsi sconvolgerà i delicati equilibri emotivi delle sorelle, ormai adulte, e dello stesso Wiktor, nel lento scorrere delle giornate estive.

____________________

“TRE PER TE” Stagione di prosa 2010/2011 del TEATRO MUNICIPALE di Piacenza
è una rassegna di
TEATRO GIOCO VITA Teatro Stabile di Innovazione direzione artistica Diego Maj
FONDAZIONE TEATRI DI PIACENZA

in collaborazione con
FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO
IREN
CARIPARMA – Crédit Agricole

con il contributo di
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI Dipartimento dello Spettacolo
REGIONE EMILIA ROMAGNA

______________

LOCANDINA

Teatro Municipale PROSA
martedì 21 dicembre 2010 - ore 21
mercoledì 22 dicembre 2010 - ore 21

Emilia Romagna Teatro Fondazione
Unione Europea nell’ambito del progetto Prospero
Teatro Stabile di Napoli
Nuova Scena Arena del Sole - Teatro Stabile di Bologna

LE SIGNORINE DI WILKO

dall’omonimo romanzo di Jaroslaw Iwaszkiewicz
adattamento e regia Alvis Hermanis

coreografia Alla Sigalova
scene Andris Freibergs
costumi Gianluca Sbicca

personaggi e interpreti:
Wiktor Sergio Romano
Jola Laura Marinoni
Julcia Patrizia Punzo
Kazia Carlotta Viscovo
Fela Irene Petris
Zosia Fabrizia Sacchi
Tunia Alice Torriani

PREZZI

Platea € 27 (intero) € 23 (ridotto)
Posto Palco € 25 (intero) € 21 (ridotto)
Ingresso palchi/galleria € 15 (intero) € 13 (ridotto)
Galleria numerata € 20 (intero) € 18 (ridotto)
Loggione numerato € 12 (intero) € 10 (ridotto)
Ingresso loggione € 7
Studenti € 12 (posto unico in galleria)

BIGLIETTERIA

TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 - biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 15-18; sabato ore 10-13.
Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, via Verdi 41, tel. 0523.492251).

Per informazioni: Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, Biglietteria 0523.315578 – Uffici 0523.332613.

 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo